Piccoli tesori nascosti

Sono una ragazza curiosa: nel bene e nel male di tutto ció che questa affermazione possa significare. Spesso questo lato del mio carattere contrasta con la timidezza che nascondo dietro ad un sorriso smagliante per camuffare il rosso della vergogna. Molto spesso peró la curiosità mi ha portato a conoscere cose di cui non immaginavo l’esistenza, mi ha aperto a nuove visioni del mondo che mi circonda per cui cerco di dare briglia sciolta a questo aspetto del mio carattere: adoro lasciarmi sorprendere!

 

 

In una delle mie escursioni solitarie per Mallorca, la mia a volte intraprendente curiosità  mi ha fatto entrare in una casa apparentemente allestita in un museo personale montato per l’occasione. Non c’era nessun cartello di entrata libera, pero vista la porta aperta e qualche opera esposta in un tavolino giusto all’entrata, mi sono decisa a dare un’occhiata. 

Devo ammettere che non mi pento mai quando sono spinta da questa curiosità che mi contraddistingue, e spesso, come in questo caso, ne sono ripagata da piacevoli scoperte.

É stato in questo modo che ho conosciuto Miquela Vidal, non solo un’artista che mi ha subito affascinato, ma una donna piacevole e simpatica che mi ha accolto e accompagnato alla scoperta della sua casa e studio. Approfittando infatti della fiera del paese in cui vive, Campos, aveva deciso aprirla a tutti coloro che, come me, fossero spinti dalla curiosità di conoscere meglio quest’artista. 

 

Io non solo mi sono innamorata dei suoi quadri e delle sue opere che hanno uno stile molto personale , ma soprattutto di quell’antica casa del XVI secolo che ha saputo ristrutturare con tempo e buon gusto  mantenendo lo stile caratteristico delle case maiorchine. In tutte le stanze sono presenti elementi naturali come le travi in legno, e piastrelle rigorosamente in cotto che apportano una calda sensazione di accoglienza. 

 

 

 

Non potevano mancare come decorazione mediterranea, le tanto tipiche bottiglie di vetro verde, usate ancora oggi per il trasporto del vino o dell’olio d’oliva. Le adoro messe semplicemente sopra il tavolo come in questo caso o usate come lampade o come vasi dove mettere qualche ramo. Anch’io sono riuscita a riscattarne un paio e le tengo in casa accanto al camino!

 

 

Mi hanno sempre affascinato le case degli artisti, non solamente per i quadri e le opere d’arte che danno vita e colore alla casa, ma anche perché mi ha sempre incuriosito sapere com’é il loro rifugio e fonte d’ispirazione.

Un’altro elemento importante che caratterizza questa casa é la forte presenza di luce che filtra dalle tante finestre e vetrate che collegano visualmente una stanza con l’altra, il cortile con la piscina interna e la cucina..non avrei cambiato un solo pezzo di questa splendida casa!

 

 

Miquela me contaba como, a causa de la crisis, ha tenido que empezar a vender sus piezas a precios casi ridículos para poder continuar a experimentar con materiales que solos valen mucho mas de los precios que propone, y tengo que admitir que he resistido con fatiga a la tentación de comprar un cuadro suyo porque su estilo me encanta por la simplicidad y la búsqueda de nuevas texturas.

 

 

Quest’esperienza conferma che Maiorca bisogna scoprirla e gustarla lentamente, lasciandosi guidare dalla curiosità e dall’istinto perché é cosí che si riescono a scoprire gli autentici tesori che racchiude quest’isola!

 

Be first to comment